Area Utenti

Monumenti e siti

Piana dei Trulli

POSIZIONE E CONTATTI:  La fruibilità è legata ai contatti per le visite guidate.

NOTIZIE STORICHE: Il paesaggio rurale di questi luoghi è caratterizzato soprattutto da quel rapporto strettamente connesso tra uomo e natura, in quanto sapientemente creato dall’uomo che lo ha, di fatto, adattato alle necessità della vita. A prima vista, questo paesaggio appare brullo, povero, privo di risorse, tuttavia affascina particolarmente per le sue singolari architetture di pietre, apparentemente povere e semplici, ma in realtà complesse, ricche di storia e tradizione.

La costituzione del terreno, la presenza del calcare compatto o di calcarenite, da un lato hanno impedito di realizzare un’agricoltura più produttiva a causa della difficoltà di coltivazione, ma dall’altro hanno offerto da sempre la materia prima per edificare le strutture abitative o di ricovero nelle campagne e, persino, nei centri urbani.

La generica struttura denominata “trullo” può avere delle varianti. La costruzione di queste singolari strutture si sviluppò sin dal XVIII secolo, ma ebbe un notevole sviluppo nel dopoguerra e, più  precisamente, a partire dal 1950. Con la riforma fondiaria, infatti, si ebbe il frazionamento dei grandi patrimoni terrieri che  furono divisi  in tanti piccoli lotti da assegnare ai contadini che, nella fase di bonifica e con le pietre ricavate, si costruirono il loro “truddu” e i muretti che delimitavano la proprietà.

Mappa