Area Utenti

I Comuni del GAL

Fragagnano

Come ogni altra città  dell’area jonica, Fragagnano affonda le sue radici nella Preistoria e precisamente nel Neolitico (intorno al 3000 a.C.), come attestano le aree archeologiche del promontorio di S. Sofia e la località Cazzato.

Fragagnano venne abitata certamente anche in epoca greca perché il sito, essendo elevato, ben difeso dalla natura e provvisto di acqua sorgiva, costituiva un’ottima condizione abitativa.

Furono i romani però a darne l’attuale nome: è verosimile che il toponimo derivi dal gentilizio Freganius, nome di un personaggio a cui furono assegnate queste terre per meriti personali o per ragioni militari. Fragagnano risulta vicinissima all’antico tracciato dell’Appia antica, importante arteria di comunicazione che i romani costruirono per collegare Roma con Tarentum e Brundisium. Ulteriore testimonianza  è  una stele funeraria, con la scritta in latino, ritrovata  nei pressi della zona archeologica,  che era stata utilizzata come architrave nella costruzione di un vecchio trullo.

Le vicende storiche che successivamente hanno caratterizzato il territorio di Fragagnano  sono incerte e approssimate, per la scarsità di fonti medioevali, come per molti altri comuni e casali della zona. Tuttavia un quadro storico sul casale medioevale è stato possibile definirlo attraverso la documentazione privata del ramo tarantino degli Antoglietta, feudatari di questa terra.

Oggi Fragagnano è una  bella cittadina che si estende per una superficie di poco più di 22 km². Il Comune fa parte dell'Associazione Borghi Autentici d'Italia.

Informative